Chaussures Boni Classic Shoes Pointure 23 bleues pour bébé 6EXJ0j

SKU-16359-pom69712
Chaussures Boni Classic Shoes Pointure 23 bleues pour bébé 6EXJ0j
Chaussures Boni Classic Shoes Pointure 23 bleues pour bébé
it
Seleziona la tua lingua
Lunedi 25 Giugno 2018
Xti 47790 Sneakers Basses Femme Bleu Navy 39 EU Xti 47790 Bleu (Navy) 39 EU Sneakers Basses Femme AyrREqgW
Le grandi verticali
Articoli sul Marsala
Vinitaly
Escarpins KOOKAI cuir beige 37 lIlNMx5
Benessere Alimentazione
Speciale Vinexpo Bordeaux
ALDO Hayzel Escarpins Femme Noir 97 Black Leather 39 EU Escarpins Femme Noir (97 Black Leather) ALDO Hayzel 39 EU iEe5RovW9
Chaussures Kickers Pointure 23 rouges enfant NjU4r4
DYF Chaussures Femmes Nue de Télévision National Broderie Tissu Style Linge de PailleB39 39 E3bL1
Cosa leggo
34.032 utenti iscritti
Archivio Scenari
25
Gen

on 25 Gennaio 2018. Pubblicato in Kickers Cyba Strap Youth Mocassins Garçon Noir Noir 32 EU 13 UK LTmjytvSq
- Scenari

Provvedimenti importanti approvati ma anche 200 sedute tra Camera, Senato e Commissioni finite nel nulla. Chiude tra luci e ombre il bilancio della 17^ Legislatura per il comparto agricolo.

Lo evidenzia L’Informatore Agrario che, nell’ultimo numero in distribuzione, fa il punto sulla produzione legislativa dell’ultimo quinquennio dai provvedimenti approvati alle promesse mancate, non senza sprechi di energie e risorse parlamentari. Se alcuni temi importanti come l’esenzione dei versamenti Irap e Imu, il caporalato, l’agricoltura sociale e la tutela della biodiversità agraria e alimentare hanno trovato una prima risposta normativa, sono molti i provvedimenti ancora in attesa di approvazione. Si va dalle norme più discusse come il contenimento del consumo di suolo (che ha interessato 67 sedute complessive tra Camera, Senato e relative commissioni) o la “riforma dei Parchi” (103 sedute per la prima lettura e 18 per la seconda), fino a leggi politicamente meno scottanti come il sostegno all’agricoltura contadina (8 sedute), la valorizzazione dei prodotti a "km zero" (17 sedute) e la disciplina dell’enoturismo (parzialmente inserito nella legge di bilancio 2018 dopo 11 sedute di commissione). A ostacolare l’evoluzione legislativa del comparto, oltre a un’attività parlamentare fortemente dispersiva, il proliferare di iniziative e interessi microsettoriali che certo non hanno giocato a favore della necessaria razionalizzazione normativa. Una razionalità che, sottolinea il settimanale, sembra mancare anche in presenza di un forte sostegno politico, come nel caso della proposta di legge sulla riforma dei reati in materia agroalimentare. In pellegrinaggio dal 2015 e poi lasciato nel dimenticatoio per due anni, lo strumento normativo per combattere l’agropirateria e l’Italian sounding è oggi in attesa di approvazione da parte del Parlamento che verrà.

pesticidinograzie
per un movimento di base contro i pesticidi
« Contestazione della contaminazione da pesticidi delle popolazioni rurali
QPYC Mesdames pointu bouche peu profonde rugueuse avec un seul chaussures chaussures Riga velours artificiel chaud talons hauts Red 35 sxRl1
»
settembre 11, 2013 //

Fonte: http://www.caiazzorinasce.net/2013/09/roccamonfina-funghi-avvelenati-dai.html

(10.09.13) Roccamonfina (Caserta). Il tracollo economico, che sta colpendo i produttori e rivenditori (anche abusivi) dei funghi porcini, del territorio di Roccamonfina, è stato determinato dall’uso indiscriminato di prodotti chimici…

Funghi “ avvelenati” dai pesticidi, gli estimatori della risorsa naturale li evitano, per non incorrere in eventuali intossicazioni. Il tracollo economico, che sta colpendo i produttori e rivenditori (anche abusivi) dei funghi porcini, del territorio di Roccamonfina, è stato determinato dall’uso indiscriminato dei fitofarmaci nei castagneti. Questi prodotti chimici, nel caso siano stati utilizzati, hanno un principio attivo per un limitato periodo , dopodiché gli effetti nocivi per la flora e la fauna, tentano a disperdersi. Per evitare eventuali rischi per la salute, il consumatore dei funghi porcini dovrà farsi carico di pretendere dal venditore, la certificazione attestante che il prodotto naturale, sia stato raccolto in fondo agricolo in cui i proprietari non hanno utilizzato i pesticidi, oppure la garanzia che l’irroramento dei fitofarmaci, sia avvenuto almeno un mese prima, della comparsa dei funghi. Le stesse garanzie, devono essere pretese dai ristoratori, i quali nel caso di un controllo alimentare, dovranno mostrare agli organi competenti, i documenti che certificano la genuinità dei funghi, la loro provenienza ecc. Negli anni passati, i raccoglitori di funghi, che grazie ai castagneti dell’area vulcanica sono rinomati per la loro bontà, riuscivano a guadagnarsi fior di quattrini, oggi con l’avvento degli irroramenti fitosanitari, non riescono a vendere il prodotto, visto che il cliente non si basa più solo sulla bellezza del fungo, ma con ragione, predente la certificazione di non tossicità chimica. Le precauzione che valgono per il compratore, sono uguali per il venditore, il quale dovrà fare attenzione nel “ rifilare” funghi chimici” in quanto può essere denunciato, nel caso in cui il cliente incappi in un malessere riconducibile alle sostanze chimiche termoresistenti. Questa ennesima calamità, la si poteva evitare se negli anni passati, l’amministrazione attuale si fosse fatta carico di emanare il divieto di irroramento chimico, cosi da salvaguardare anche il Torymus. In 5 anni di governo, gli Assessori hanno pensato a lanciare l’antagonista , ed alcune piccole ordinanze, senza preoccuparsi dell’aumento di proprietari che prediligevano la lotta chimica. L’ emanazione di talune leggi,non sono altro che la risposta alle richieste di un popolo che si ribella all’inerzia dei governanti, ma se i diretti interessati “ dormono” è risaputo che nessun re o governatore, penserà alle loro problematiche, fossero anche di sopravvivenza. Con la catastrofe dei funghi, si è aperto uno spiraglio per tutti i proprietari che non vedevano di buon occhio, la presenza massiccia dei raccoglitori di funghi, regolari ed abusivi nei loro castagneti, infatti alcuni di loro, in questi giorni in cui i funghi hanno fatto la loro comparsa, anche se non hanno irrorato riferiscono di averlo fatto, pur di far allontanare il cercatore. Forse sarebbe opportuno che, il proprietario dicesse la verità, cosi da far risalire l’economia dovuta alla vendita del re del bosco (fungo), in attesa che compaia la regina (castagna).

0 Share
Lecco, 24 giugno 2018 |
Bleu (Navy/Orange) Skechers Elite FlexAttard Baskets Homme Bleu Navy/Orange 45 EU 45 EU Baskets Homme Skechers Elite Flex-Attard UBlMD
di Giancarlo Airoldi

La S.Messa e stata celebrata da Don Carlo Gerosa parroco di Acquate

In tanti hanno voluto prendere parte quest'oggi all'annuale appuntamento con il raduno in ricordo di Pino Negri, giunto all'undicesima edizione), organizzato da Lecchese Turismo e Manifestazioni con il patrocinio di CAI Strada Storta, Soccorso Alpino e Gruppo Ragni.

Alle ore 11.30 Don Carlo Gerosa, parroco di Acquate ha celebrato la Santa Messa alla croce del Pizzo d'Erna con la partecipazione del coro S. Giorgio di Acquate. Presente anche il sindaco di Lecco Virginio Brivio.

Pino Negri è nato a Lecco il 25 agosto 1945 ed è diventato uno tra i più importanti alpinisti partecipando anche a scalate sui monti dell'Himalaya e dulle Ande. L'impresa più grande compiuta da Negri è sicuramente la prima ascensione certificata, nel 1974, del Cerro Torre con i ragni Casimiro Ferrari, Daniele Chiappa e Mario Conti. Nel 1988 è stato insignito con la “Civica Benemerenza della città di Lecco” per meriti alpinistici. Si è spento il 23 novembre 2001.

0 Share
ULTIMI ARTICOLI
Gioseppo Sandales LIERNAIS Gioseppo soldes fGpTvT

I nostri video

SAUCONY Sneakers amp; Tennis basses enfant hjuW0g4XO

41 EU Vert (Dark Green) Bugatti 322287606900 Sneakers Basses Homme Vert Dark Green 41 EU 4REHzosS

English
Cronaca | Geox Chaussures enfant J ALONISSO B D Geox solde MjDQ1U9VlL
Economia
Cultura

Ritrovaci su Facebook

Link Utili

Alpi Media Group

Caleidoscopio

25 Giugno 1946 si insedia l'Assemblea costituente della Repubblica Italiana con Giuseppe Saragat alla presidenza

Social

Testata giornalistica telematica iscritta nel Registro Giornali e Periodici del Tribunale civile e penale di Lecco al n. 3/2010, con disposizione del 15/09/2010.

Per una buona leadership

Chaussures Melania blanches Casual fille CGM3MeEFIw
Ugo Perugini

L’indignazione di fronte agli scandali, alla corruzione, alle inefficienze, ai disservizi, ecc. è sacrosanta. Chi non si indigna è destinato a rassegnarsi, subire passivamente quello che succede intorno a lui, senza nemmeno poter reagire, criticare, proporre soluzioni alternative, far sentire in qualche modo la sua voce.

Non dimentichiamo che negli ultimi anni sono nati anche diversi movimenti politici e d’opinione che portano questo nome soprattutto contro la politica finanziaria, pensiamo, ad esempio, agli “ Indignados ” in Spagna.

Ma che cosa significa in realtà indignarsi? Cogliamo lo spunto da un articolo di Marco Santambrogio apparso su “Il Sole 24 Ore” del 3 settembre scorso.

Ma che cosa significa in realtà indignarsi?

L’indignazione presuppone sempre una particolare forma di disonestà: la malafede. Ci indigniamo solo con chi commette scientemente un’ingiustizia ma fa finta di agire per alti ideali.

Ma l’indignazione serve? Una certa indignazione assolutamente no, anzi fa il gioco di altri. Ed è il sentimento che, nasce da una reazione positiva di sensibilità civile, ma che poi porta a rifiutare tutto ciò che abbiamo davanti riconoscendone l’assoluta inaccettabilità, chiamandoci contemporaneamente fuori da qualsiasi coinvolgimento con la realtà.

Ma l’indignazione serve?

Insomma, l’indignazione, così intesa, diventa, in certo qual modo, l’anticamera del qualunquismo. Tanto è vero che le numerose fake news (o post verità) che circolano sul web si alimentano proprio da questo tipo di indignazione fine a se stesso.

E c’è gente che se ne approfitta, perché alimentando l’indignazione passiva, si dà sfogo ai sentimenti più bassi come disillusione, odio, paura, che vanno a intaccare il capitale di fiducia che i cittadini nutrono nei confronti delle istituzioni, compresa la stessa democrazia. E soprattutto non serve a nulla perché non produce alcun cambiamento.

Allora, indigniamoci, ma non passivamente. Cerchiamo di stare dentro alla realtà, di fare qualcosa in concreto, lavorare per modificare quanto accade, partecipare attivamente ad ogni aspetto della nostra vita, nell’ambito del lavoro, del sociale e della famiglia. Impegniamoci in prima persona, continuando a indignarci, ma facendo, nel nostro piccolo, qualcosa perché la realtà cominci a cambiare sul serio.

DERIVE APPRODI

Piazza Regina Margherita 27 00198 Roma Tel. +39 06 85358977 Fax. +39 06 97251992 P.IVA 055145610009

Casa editrice

Contatti

Basket Puma Suede Classic Junior Ref 35511030 sZOW7uErwN

Acquisti

Accedi / Registrati

Lista dei desideri

Les Tropéziennes par M Belarbi Sandales GALACTIK Les Tropéziennes par M Belarbi solde 3djK2WZwsl

Laura Vita BETTINO 058 Bout Ouvert Femme Rouge Rouge Rouge Rouge 41 EU Euux2nRqY

Cookie Questo sito utilizza solo cookie tecnici, il cui scopo è rilevare in forma aggregata, e perciò anonima, informazioni sulle statistiche di visita.